Biorisonanza

La Tecnologia Complementare come metodo di riequilibrio energetico

L'ascolto di sé per un benessere consapevole

Cos'è la BioRisonanza?

La biorisonanza è un trattamento terapeutico che rientra nella medicina olistica, che può aiutare a ridurre manifestazioni dolorose di varia natura. Agisce sull'equilibrio elettromagnetico e biochimico del corpo umano favorendo l'autoguarigione di malattie non gravi o disturbi funzionali dell'organismo.   

La tecnica della BioRisonanza è basata sul meccanismo del biofeedback e si avvale dei segnali elettromagnetici naturalmente emessi dall'organismo, al fine di generare un trattamento frequenziale utile al ripristino ottimale dello stato di equilibrio e benessere dell'individuo.

Ogni organismo vivente può essere considerato come un sistema in continuo adattamento sia all'ambiente esterno (esogeno) sia al proprio ambiente interno (endogeno). Affinché l'organismo raggiunga questo stato di equilibrio, è necessario che esista un corretto flusso di informazioni tra le cellule, ossia una corretta biocomunicazione.

La tecnica della BioRisonanza, indolore e non invasiva, interviene laddove per una qualsiasi motivazione questa comunicazione risulti alterata o non appropriata. Dal momento che queste informazioni si traducono a livello cellulare in frequenze (ogni processo biologico, anche quello patologico, è infatti caratterizzato da "finestre frequenziali" tipiche), la BioRisonanza legge i segnali propri della persona per poi trasmetterli all'organismo, monitorandone costantemente la reazione.

Tutto ciò con lo scopo di ristabilire il corretto trasferimento di informazioni che regolano i processi vitali, eliminando al tempo stesso i segnali di disturbo. Sarà l'organismo infatti, attraverso la BioRisonanza e il proprio sistema di autoregolazione, a selezionare tra i segnali ricevuti quelli da utilizzare e quelli che andranno invece filtrati.

La biorisonanza permette di riportare in equilibrio le disarmonie dell'organismo utilizzando specificatamente lo stesso linguaggio vibrazionale delle nostre cellule: essa lavora direttamente sulle oscillazioni o frequenze cellulari con lo scopo di prevenire le alterazioni energetiche ed armonizzare le frequenze del corpo prima che si manifesti nel tempo la patologia, oppure porvi rimedio.

Medicina Quantistica

Nell'ambito della medicina bioenergetica, che studia gli equilibri e le dinamiche delle energie trasmesse o prodotte da cellule, tessuti e organi, la medicina quantica esplora profondamente l'anatomia energetica del corpo umano: studia l'energia vitale, elemento essenziale di trasmissione e coesione dal quale dipende la vita.

Secondo una moderna visione olistica, questa energia unisce l'uomo nella sua realtà fisica e psichica, materiale e spirituale, macro e microcosmica. L'energia vitale nasce con noi e preserva, durante la vita, i delicati equilibri che costituiscono lo stato di salute. Se il flusso energetico viene perturbato, per qualsiasi ragione, si altera l'equilibrio, si iniziano ad avvertire disturbi e sofferenze e, conseguentemente, si sviluppa la malattia. Questo insegna la medicina tradizionale cinese (MTC) da più di 5000 anni.

Oggi, con la moderna tecnologia basata su sistemi e strumentazioni sofisticati, in grado di produrre e misurare variazioni "quantiche" di energia (secondo il fisico Plank, 1830, un "quanto" di energia equivale a 10-23 Watt/cm), integrata dalla millenaria esperienza della MTC, siamo in grado di interagire, attraverso micro radiofrequenze, con queste energie sottili modificando e correggendo i flussi energetici al fine di ripristinare l'equilibrio energetico. Il nostro corpo risponde molto positivamente a questi stimoli, che riconosce propri, sia energeticamente che sotto forma di bioinformazione: l'effetto riequilibrante è estremamente efficace, preciso, indolore, non invasivo e, soprattutto, privo di qualsiasi effetto secondario. Sorprendenti i positivi risultati nei riequilibri (energetici) organici, sistemici, mentali, ormonali, del dolore, nelle parassitosi, nelle allergie, intolleranze alimentari, ecc.

Più specificatamente possiamo portare ad esempio l'effetto di un riequilibrio "quantico" sui punti di agopuntura di un meridiano cinese corrispondente a un organo: il sistema Scio è in grado di individuare la frequenza del meridiano indagato, ricercare il/i punti di agopuntura da trattare, trattarli attraverso l'individuazione dello squilibrio, fornendo o togliendo al momento l'energia necessaria. L'organo corrispondente, ripristinato così il suo equilibrio energetico, ritrova poi la forza di attivare i suoi naturali meccanismi fisiologici di difesa per vincere biochimicamente la sofferenza o la malattia.

Come Lavora

SCIO (Scientific Consciounsness Interface Operation System) è un sofisticato e innovativo sistema di analisi energetica e di trattamento di riequilibrio energetico basato sui principi della Medicina Energetica e Complementare (omeopatia, agopuntura, chiropratica, riflessologia, cromoterapia, biofeedback, RIFE e PNL).

Tale dispositivo è stato formulato nei primi anni '80 dal Dott. William Nelson e può contare, ad oggi, su ben 30 anni di ricerche compiute nel campo della Bio-Energetica. Lo Scio opera in biofeedback con connessione cibernetica trivettoriale, utilizzando contemporaneamente fino a 16 parametri elettrici: unici al mondo, in ambito olistico possono testare in pochi minuti la reazione di un organismo allo stimolo di oltre 10.000 sostanze differenti rilevando squilibri energetici che se trascurati potrebbero trasformarsi in patologie sospette, occulte o nascenti. Scopo del dispositivo è quello di andare a registrare i potenziali evocati emessi dal soggetto a seguito di una stimolazione esterna e di confrontarli con potenziali aventi andamenti standard (caratteristici di un individuo sano) in modo da poter così individuare eventuali frequenze "anomale" associabili a squilibri energetici, disturbi o disfunzioni.

La registrazione dei potenziali viene effettuata disponendo degli elettrodi in punti specifici del corpo (attorno alla testa, alle caviglie e ai polsi) e andando ad effettuare misure transcutanee di ben 16 diverse grandezze di natura elettrica (voltaggio, amperaggio, resistenza, capacità, induttanza, frequenza, fase, polarità,...) a seguito dell'applicazione di micro correnti.

L'accuratezza e l'affidabilità di misurazione dei parametri elettrofisiologici rappresentano il punto di forza del sistema SCIO: frutto di oltre vent'anni di ricerche condotte nel campo della medicina bioenergetica, della biofisica e della fisica quantica, oltre che della riflessologia differenziata e dei sofisticati sistemi matematici di calcolo.

Il corpo umano è un conduttore elettrico, pertanto la sua reattività può essere misurata attraverso risposte sull'impedenza, amperaggio, voltaggio, reattanza, induttanza, frequenza, fase, coerenza, polarità, ecc. L'apparecchiatura è stata progettata per riuscire a misurare contemporaneamente sedici differenti parametri elettrici del corpo. Questo rende Scio strumento unico e gli consente di raccogliere valutazioni oggettive sul soggetto, non influenzabili dall'analista o dall'ambiente.

Le frequenze trivettoriali di risonanza di varie sostanze sono comparate alle frequenze trivettoriali di risonanza del soggetto. Ciò che ne risulta è la migliore analisi possibile nel campo della medicina bioenergetica: in meno pochi minuti forniscono la risposta allo stimolo di oltre 10.000 elementi e assistono l'operatore olistico nell'analisi energetica dettagliata di:

• Allergie
• Intolleranze alimentari
• Problemi nutrizionali
• Foci dentali
• Deficienze vitaminiche e minerali
• Tossicità
• Funghi e parassiti
• Virus e batteri
• Fattori ambientali e inquinamento
• Analisi della risposta elettromuscolare
• Analisi dei livelli enzimatici e vitaminici
• Nosodi dentali
• Esame degli organi

Prerogativa del suo ideatore era combinare i precetti della Medicina Occidentale ed Orientale con la Fisica Quantistica, obiettivo che è stato raggiunto proprio con la realizzazione dello SCIO, uno degli strumenti di analisi e comunicazione con l'individuo più affascinanti presenti ad oggi sul mercato internazionale.

Per comprendere il funzionamento dello SCIO è necessario rifarsi ai precetti della Fisica Quantistica. La materia in ogni sua forma, sia essa rappresentata da un batterio, un virus o un neurotrasmettitore, è caratterizzata da una propria frequenza vibrazionale caratteristica e in virtù di questo fatto, se adeguatamente stimolata dall'esterno, entra in risonanza.

Lo SCIO dispone infatti di ben 52 canali per la misura di suddetti parametri e consente di effettuare un'analisi trivettoriale delle frequenze di risonanza. Ciò in particolare viene realizzato andando a confrontare il vettore di dimensione 3, ottenuto a partire da complessi calcoli processati dal software sui dati raccolti in fase di indagine, con tri-vettori di frequenze standard precaricati nel database del software.

Il potente software di elaborazione dei dati di cui il dispositivo è dotato consente quindi di poter testare la risposta di un individuo a sollecitazioni corrispondenti a più di 10.000 frequenze diverse (di componenti/composti tipici presenti nell'organismo).



AVVERTENZE LEGALI:

Le informazioni fornite in questo Sito web non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo.

Il Titolare non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti.